Il riferimento per i collezionisti di Funko Pop

Le ultime aggiunte

Poche parole sulla nascita del marchio Funko

Per capire la popolarità dei prodotti Funko, è necessario tornare alla fine degli anni ’90. Creata da Mike Becker nel 1998, Funko ha incontrato il suo primo successo con la distribuzione di figurine “bobblehead”, cioè con la testa montata su una molla. Ma Mike avrebbe preferito che l’azienda rimanesse un’azienda artigianale, a misura d’uomo. Tuttavia, con successo, la domanda è in crescita e deve affrontare una crisi di crescita. Ha poi deciso di vendere Funko a Brian Mariotti nel 2005. Quando Brian rileva l’azienda, arriva con nuove linee di prodotto nelle sue scatole, in particolare le figurine Pop che conosceranno una crescita straordinaria. Oggi, le figurine Pop sono quasi l’unica incarnazione del successo del marchio Funko. Questa mania si spiega in particolare con il fatto che gli attori di alcune serie televisive come Game Of Thrones non hanno esitato a posare con la loro statuetta, facilitando notevolmente la loro scoperta da parte del grande pubblico.

Cos’è una statuetta Pop? Cos’è?

Una figurina Funko Pop, più raramente chiamata Toy Pop, è una figurina da collezione in vinile con caratteristiche grossolane: la caratteristica principale dei personaggi raffigurati è una testa molto grande, un corpo piccolo, grandi occhi neri e uno sguardo semplificato. Tutto il fascino di queste figurine si ritrova in pochi dettagli ben scelti: un accessorio, un’acconciatura o un abito caratteristico che si riferisce ad una situazione specifica. Inizialmente vendute in piccoli negozi specializzati in prodotti derivati (tipicamente negozi di fumetti negli Stati Uniti), le figurine Pop hanno dapprima un successo riservato. Distribuiti poi a livello internazionale a metà degli anni ’50, la loro notorietà esplose e le figurine Pop divennero essenziali: disponibili nelle librerie (fumetti o manga), nei negozi di videogiochi, poi nelle catene e nei supermercati, i collezionisti erano sempre più numerosi e contribuirono a democratizzare il fenomeno tra il grande pubblico.

Quali sono le licenze gestite da Funko?

La forza di Funko è che è stata in grado di appropriarsi dei diritti di sfruttamento per ottenere licenze di successo. Infatti, le figurine Pop hanno la specificità di essere ispirate dalla cultura popolare in tutte le sue forme. Così, per le sue figurine, Funko si ispira alla maggior parte dei blockbuster americani o internazionali, siano essi personaggi di serie TV, film, fumetti, manga, videogiochi, gruppi musicali, registi, celebrità, atleti ecc……. La prima licenza storica di Funko è DC Comics: le prime figurine sono state distribuite al Comic Con San Diego nel 2010. Poi è stato il turno di Star Wars e Marvel, le uniche due licenze di cui è stato mantenuto l’aspetto “bobblehead” delle figurine: era infatti una condizione imposta dalla Disney. Da allora, Funko ha acquisito i diritti di oltre diecimila personaggi, coprendo licenze molto diverse e popolari come Harry Potter, Game Of Thrones o, molto più recentemente, per il videogioco Fortnite.

Statuette Pop sempre più diversificate

Oltre alle classiche figurine di circa 9 centimetri, Funko ha gradualmente diversificato la sua gamma Funko Pop sviluppando altri tipi di figurine con le stesse caratteristiche di base, cioè una testa molto grande e un corpo piccolo. Per esempio, ci sono figurine Pop “Supersize”, generalmente di circa 15 centimetri, che rappresentano personaggi più grandi (come Hagrid in Harry Potter o Smaug in The Hobbit). Ci sono anche le figurine Pop “Wrinkles”, che rappresentano un personaggio accompagnato dai suoi mezzi di locomozione (aereo, treno, drago, camion, cabina telefonica….). Più recentemente, Funko ha rilasciato “Movie Moments”, ricreando scene di culto di film, serie TV o fumetti con figure Pop in azione e un set. All’ingrosso, si possono trovare figurine floccate (con una consistenza della pelle di pesca), bagliore nel buio (con una superficie fosforescente) o glitter (coperto di glitter).