Un dio capriccioso e molto potente

Beerus si presenta come il dio della distruzione del 7° universo (quello degli umani) nella saga di Dragon Ball. Tuttavia, non proviene dal pianeta Terra, ma da un pianeta dello stesso universo che porta il suo nome. Dopo 39 anni di sonno nel suo palazzo, Beerus fu svegliata da Whis, che era sia il suo consigliere che il suo padrone. Quest’ultimo lo informò che Freezer era stato eliminato da un Saiyajin capace di trasformarsi in un Super Saiyajin. Beerus ha poi deciso di andare alla ricerca del Dio Super Saiyajin di cui ha avuto un sogno premonitore durante il sonno. Sebbene sia di gran lunga il più potente avversario che Son Goku abbia mai affrontato, Beerus è un personaggio immaturo e molto suscettibile, capace di diventare molto violento se è sconvolto. Il suo temperamento infantile con la sua avidità.

Un dio ispirato dalla mitologia egizia

Fisicamente, la birra sembra un gatto viola, vestito di blu e con gli occhi gialli. Il suo personaggio si ispira al rex della Cornovaglia, una razza di gatti del Regno Unito che si distingue per un mantello morbido e molto corto, di cui Akira Toriyama (sceneggiatore e disegnatore della saga di Dragon Ball) ebbe una discendente. Beerus si ispira ovviamente anche agli dei egiziani, probabilmente Anubi o Set, che avevano (a differenza di Beerus) una testa di sciacallo, ma come lui una rappresentazione ibrida (metà umana e metà animale), orecchie grandi, una lunga coda e una collana “ousekh”. La birra ci ricorda anche la dea Bastet, che era rappresentata con molti gioielli d’oro e a forma di gatto per intero. La sua statuetta lo rappresenta pronto a prendere i suoi colpi peggiori in uno scatto delle sue dita.