Joyce (Stranger Things)

Una madre disperata

Giocato da Winona Ryder, Joyce è uno dei protagonisti di Stranger Things, la fantastica serie retrò ambientata negli anni Ottanta. All’inizio della storia, il giovane Will torna a casa attraverso la foresta e affronta una creatura terrificante. Cerca di fuggire ma purtroppo la sua casa è vuota e la creatura lo raggiunge. La prende e il ragazzino scompare senza lasciare tracce. Da quel momento in poi, la polizia locale, i tre amici del ragazzo e sua madre si misero alla sua ricerca. Molto rapidamente, strani fenomeni fanno pensare a Joyce che ci sia qualcosa di soprannaturale nella scomparsa del giovane ragazzo e questo la spingerà ad atti strani e un po’ estremi. Fortunatamente per lei, sarà aiutata anche dal figlio maggiore e, man mano che la storia si dipana, lo sceriffo della città si unirà alla sua opinione, così come i tre amici di suo figlio.

Joyce e le sue luci

Ad un certo punto della storia, Joyce sente che suo figlio sta cercando di comunicare con lui attraverso le luci della casa. Per questo motivo, compra le luci di Natale per capire cosa sta cercando di dirle. Ed e’ cosi’ che e’ rappresentata in questa statuetta. Come molte altre statuette, Joyce indossa pantaloni di velluto a coste marrone con piccole sneakers bianche nello stile tipico degli anni ’80. Con questa troviamo la sua maglietta a righe e la sua giacca verde kaki. A livello della testa, il suo viso è molto semplice ma si notano le sopracciglia che gli danno uno sguardo triste e gli occhi leggermente rossi che insistono sulla sua stanchezza. Infine, tiene in mano una ghirlanda di luci natalizie avvolte in una grande palla.